Sabato della settimana santa

Puoi leggere la presentazione completa della festività

Il corpo di Cristo deposto la sera di venerdì rimane nella tomba fino all’alba del terzo giorno. Il grande sabato contempla due misteri poco sviluppati in occidente: quello della sepoltura e quello della discesa agli inferi. La parte più caratteristica dell’ufficiatura la celebrazione del mattutino (anticipato di solito al venerdi sera) che è una veglia di preghiera sopra il morto, rappresentato dall’epitàfion (velo su cui è rappresentato il Cristo morto) nella quale si esprimono i sentimenti di pietà e i lamenti. Tra questi hanno rilievo quelli mariani. L’ufficio si esprime in tre momenti:
il canto del lamento funebre attorno al sepolcro disposto al centro della chiesa davanti all’iconostasi; la processione che riporta l’epitàfios sull’altare del santuario alla fine della dossologia e le tre letture bibliche conclusive.

Vedi elenco delle festività nelle Chiese d'Oriente e d'Occidente