Commissione per il diaconato

COMMISSIONE DIOCESANA PER IL DIACONATO

272. La Commissione diocesana per il diaconato è nominata dall’Arcivescovo con mandato quinquennale, per le seguenti finalità:

a)  coadiuvare il Delegato arcivescovile nella formazione degli aspi- ranti e dei candidati e nella formazione permanente dei diaconi;

b)  fungere da organo consultivo per la rappresentanza e il coordina-

mento della Comunità diaconale;

c)  coadiuvare l’Arcivescovo nel governo della Diocesi, per le que-

stioni che coinvolgono la Comunità diaconale.

273. Fanno parte della Commissione;

  •  il Delegato arcivescovile, che la convoca e la preside;
  •  il Responsabile degli studi, chierico o laico;
  • tre membri di provata esperienza, scelti tra i diaconi, con le loro spose se coniugati.
    I membri sono nominati dall’Arcivescovo per un quinquennio, rinnovabile una sola volta.

    274. Spetta alla Commissione:

    1. b)  concorrere a formulare il giudizio di idoneità da presentare prima

      di ogni passaggio;

    2. c)  coadiuvare il Delegato nella progettazione e nell’organizzazione

      del percorso di formazione permanente;

    3. d)  presentare all’Arcivescovo al termine di ogni anno pastorale, una

      relazione annuale contenente dati, valutazioni, domande e progetti.

    275. Spetta in particolare al Responsabile degli studi:

    a)  cooperare alla programmazione delle diverse attività formative:e)  coadiuvare il Delegato episcopale nella determinazione e nella va-

    lutazione del percorso di studio di ciascun aspirante o candidato;

    f)  predisporre percorsi personalizzati di studio per quei candidati che

    presentano particolari esigenze o potenzialità;

    g)  concorrere alla formulazione del giudizio di idoneità da presentare

    prima di ogni passaggio;

    h)  coadiuvare il Delegato episcopale nella progettazione e nell’orga-

    nizzazione del percorso di formazione permanente;

    i)  reclutare i docenti per gli incontri formativi dell’anno propedeutico,

    dell’anno pastorale e della formazione permanente. 126

276. La Commissione si riunisce almeno quattro volte all’anno e ogni qual volta il Delegato lo ritenga opportuno.

277. La Commissione è convocata dal Delegato arcivescovile, che ne de- termina l’ordine dei giorno e la presiede. In sua assenza presiede la riunio- ne il diacono più anziano di ordinazione tra i presenti.