Istituto Sostentamento Clero

ISTITUTO DIOCESANO PER IL SOSTENTAMENTO DEL CLERO

Indirizzo: Via della Rosa, 40 – 55100 LUCCA
Tel 0583.467327 – Fax 0583.952701

Presidente
don Mario Tolomei (nom. 5. 4. 2006)

Vice Presidente
Rag. Alva Bertuccelli

Consiglio di amministrazione

Membri eletti dal Consiglio Presbiterale
Mons. Mauro Viani, don Giuliano Salotti, don Mario Tolomei

Membri nominati dall’Arcivescovo
don Americo Marsili, sig. Giovanni Berti, avv. Luigi Carpaneto, geom. Elio Lencioni, dott. Giuliano Palla, rag. Alva Bertuccelli

L’Istituto segue i giorni di apertura della Curia Arcivescovile.

333. L’Istituto diocesano per il sostentamento del Clero della Diocesi di Lucca (IDSC), costituito dal Vescovo diocesano in attuazione dell’art. 21 delle Norme sugli enti e sui beni ecclesiastici approvate dalla Santa Sede e dal Governo Italiano con Protocollo del 15 novembre 1984 (di seguito ri- chiamate con la dizione Norme), è persona giuridica canonica pubblica e ha sede in Lucca, Via della Rosa, 40. 

334. L’IDSC ha i seguenti scopi: 

  • a)  provvedere, ove occorra, all’integrazione, fino al livello fissato dal- la CEI, della remunerazione spettante al clero, che svolge servizio a favore della Diocesi, per il suo congruo e dignitoso sostentamento;
  • b)  svolgere eventualmente, previe intese con l’Istituto centrale per il sostentamento del Clero, funzioni assistenziali e previdenziali inte- grative e autonome per il clero;
  • c)  intrattenere gli opportuni contatti con le Amministrazioni civili lo- cali, nell’ambito delle proprie competenze;
  • d)  provvedere, con l’osservanza dei criteri contenuti nell’art. 2 bis, al- le necessità di cui all’art. 27, comma secondo, delle Norme, che si dovessero manifestare.

335. L’Istituto intrattiene rapporti di collaborazione con l’Istituto centrale per il sostentamento del Clero nel quadro di organica connessione stabilita dalle Norme, per attuare secondo criteri di solidarietà e di perequazione il sistema di sostentamento del Clero italiano. 

336. L’IDSC è amministrato da un Consiglio composto da nove membri, chierici o laici, tra i quali un Presidente e un Vicepresidente, nominati 

dall’Arcivescovo. Un terzo di questi sono designati dal Clero diocesano su base elettiva, secondo modalità stabilite dall’Arcivescovo in conformità al- le disposizioni emanate dalla CEI. Gli Amministratori durano in carica cin- que anni e il loro mandato può essere rinnovato a ciascuna delle successive scadenze; per la durata del mandato essi non possono essere revocati se non per gravi e documentati motivi. 

337. Spetta al Consiglio di Amministrazione: 

pastedGraphic.png

a) redigere l’inventario, lo stato di previsione ed il bilancio consunti- vo annuali; 

144 

  • b)  deliberare tutti gli atti e contratti, sia di ordinaria che di straordina- ria amministrazione, inerenti alle attività istituzionali, salva la ne- cessità di ottenere licenze o autorizzazioni previste dalla normativa canonica e civile vigente.
  • c)  compilare e, ove occorra, modificare i regolamenti interni per il funzionamento dei servizi, osservate le prescrizioni stabilite in pro- posito dalla CEI;
  • d)  delegare all’occorrenza i propri poteri a uno o più componenti del Consiglio, fissando i limiti delle deleghe e la remunerazione spet- tante al (o ai) delegato (i);

e) nominare, ove lo ritenga opportuno, il Direttore dell’Istituto, stabi- lendone la retribuzione. 

338. Spetta al Presidente: 

  • a)  rappresentare l’IDSC, anche di fronte a qualsiasi autorità giudizia- ria e amministrativa, tanto canonica quanto civile;
  • b)  convocare e presiedere il Consiglio di Amministrazione;
  • c)  provvedere in caso di urgenza circa le azioni da promuovere o da sostenere in qualsiasi sede giurisdizionale e in qualsiasi stato e gra- do di giudizio, nonché promuovere provvedimenti di natura con- servativa o esecutiva, fermo restando in ogni caso quanto disposto
    dal can. 1288 CJC.

339. Spetta al Vicepresidente: 

  • a)  sostituire il Presidente, assumendone tutte le funzioni previste nel precedente art. 13, nei casi di assenza o di impedimento di lui, dal medesimo dichiarati con lettera inviata al Consiglio, salvo il caso di sua incapacità;
  • b)  con il consenso dell’Ordinario, surrogarsi al Presidente, nell’ipotesi

in cui quest’ultimo non provveda alla convocazione del Consiglio di Amministrazione alla scadenza trimestrale prevista dall’art. 10 o in caso di urgenza. 

340. Per quanto non riportato nel presente Regolamento si fa riferimento allo Statuto dell’IDSC approvato il 25 novembre 2010. 

Indirizzo Via della Rosa, 40 – 55100 LUCCA
Tel 0583.467327 – Fax 0583.952701

Presidente
don Mario Tolomei (nom. 5. 4. 2006)

Vice Presidente
Rag. Alva Bertuccelli

Consiglio di amministrazione

Membri eletti dal Consiglio Presbiterale
Mons. Mauro Viani, don Giuliano Salotti, don Mario Tolomei

Membri nominati dall’Arcivescovo
don Americo Marsili, sig. Giovanni Berti, avv. Luigi Carpaneto, geom. Elio Lencioni, dott. Giuliano Palla, rag. Alva Bertuccelli

L’Istituto segue i giorni di apertura della Curia Arcivescovile.