Commissione per i candidati all’Ordine

COMMISSIONE DIOCESANA PER LA VALUTAZIONE DEI CANDIDATI AGLI ORDINI

285 – § 1. La Commissione diocesana per la valutazione dei candidati agli ordini ha la finalità di coadiuvare l’Arcivescovo nel discernimento previo all’ammissione tra i candidati all’ordine, al conferimento dei ministeri e al- la promozione all’ordine del Diaconato e del Presbiterato.

§ 2. L’Arcivescovo potrà sottoporre alla Commissione questioni riguardanti il cammino di formazione dei candidati, soprattutto per situazioni particola- ri.

286. La Commissione è composta di sette (o otto) membri: il Vicario generale;

il Rettore del seminario diocesano;
il Delegato arcivescovile per il Diaconato;

un presbitero, nominato dal Consiglio presbiterale diocesano;
un diacono con la sua sposa (se coniugato), nominato dalla Com- missione diocesana per il diaconato;
una religiosa, nominata dal Consiglio diocesano dell’USMI;
un laico, nominato dall’Arcivescovo.

287. La commissione, sulla base del profilo di presentazione dei candidati curato da chi ne ha seguito la formazione, offre indicazioni all’Arcivescovo per il suo ultimo discernimento, raccogliendo informazioni anche presso le rispettive comunità di provenienza.