Presentazione di Gesù al tempio

Puoi leggere la presentazione completa della festività

La festa risale al IV secolo. La pellegrina Eteria nel suo diario di viaggio racconta che a Gerusalemme, il quarantesimo giorno dopo la manifestazione del Signore sulla terra (epifania) si celebra una grandissima solennità con una processione fino al Santo Sepolcro e in una grande letizia come per Pasqua.
La festa si diffuse progressivamente in Oriente; cominciò ad essere celebrata a Costantinopoli – pare – nel sesto secolo, mentre a Roma fu introdotta nel secolo VIII dal papa di origine siriana Sergio I. Qui la festa fu unita a una cerimonia penitenziale che si celebrava in contrapposizione ai riti pagani delle «lustrazioni». Poco alla volta la celebrazione si appropriò la processione di penitenza che divenne una specie di imitazione della presentazione di Cristo al Tempio. Il papa Sergio I fece tradurre in latino i canti della festa greca, che furono adottati per la processione romana. Nel secolo X la Gallia organizzò una solenne benedizione delle candele che si usavano in questa processione.

Vedi elenco delle festività nelle Chiese d'Oriente e d'Occidente