Natività del Signore

Puoi leggere la presentazione completa della festività

La chiesa delle origini non avvertì il sogno di celebrare con esattezza la nascita del Cristo. Egli il Risorto e vivente è sempre presente in mezzo ai suoi. La festa che compendia tutta la salvezza è contenuta nella Pasqua settimanale. Quando si cominciò a celebrare la pasqua annuale, questa festa aveva come contenuto non solo l’evento della morte e resurrezione ma anche l’incarnazione.
Che la data del 25 dicembre o 6 gennaio come data del Natale derivi dalla data in cui in Oriente veniva celebrata la salvezza (25 marzo o 6 aprile) e/o che dipenda dalla sostituzione di una festa dedicata al sol invictus al solstizio d’inverno (25 dicembre e 6 gennaio rispettivamente a Roma e in Oriente, ora qui non ha molta importanza. Ciò che importa è il contenuto della festa: epifania nella carne di Dio, mistero celebrato nella nascita, adorazione dei magi e battesimo.

Vedi elenco delle festività nelle Chiese d'Oriente e d'Occidente