Storia e arte

Cattedrale di San Martino

Di origini antichissime (VI secolo) la chiesa di S. Martino divenne la seconda ed ultima Cattedrale di Lucca nell'VIII secolo (la prima cattedrale era stata la chiesa campanile dei SS. Giovanni e Reparata). Il Duomo (sec.li XII-XIII) fu fondato nel 1060 dal Vescovo Anselmo Da Baggio e consacrato dallo stesso (che nel frattempo era divenuto Papa) il 6 ottobre 1070.

La magnifica facciata marmorea del XIII secolo traforata da loggette, è ricca di colonnine multiformi ed il portico è ornato di stupendi bassorilievi. La Cattedrale è una delle chiese italiane che ancora conserva le raffigurazioni medievali dei Mesi. Sul portico centrale della chiesa sono infatti scolpiti i segni zodiacali che possono essere correttamente interpretati ripercorrendo le principali tappe del progressivo arricchimento delle sculture del portico. Sull'architrave del portale centrale possiamo ammirare importanti sculture sacre: in alto è raffigurata la storia di S. Martino, in basso i segni dello zodiaco ed il ciclo dei mesi.

Sul portale destro la storia di S. Regolo, il cui corpo venne collocato intorno al 780 nella cripta della precedente costruzione mentre su quello di sinistra l’Annunciazione, la Natività, l'Adorazione dei Magi e la Deposizione della Croce, opera di Nicola Pisano datata 1257.All'interno l'Elemosina di S. Martino, la cui copia si trova sulla parte esterna della chiesa. Inoltre dipinti ed affreschi di artisti famosi. Collocata nella navata sinistra del Duomo in un tempietto ottagonale del 1484 opera di Matteo Civitali, la statua lignea del Volto Santo da sempre simbolo della fede per i Lucchesi. Di notevoli proporzioni (cm. 245 x 278), la statua è costituita da una croce circondata da decorazioni di epoche diverse. Il culto del Volto Santo è dai tempi più remoti profondamente sentito dai fedeli e da tutti i cittadini, tanto da farne emblema della città stessa.


L'immagine del Volto Santo è stata da sempre diffusa in tutto il mondo dai Lucchesi, tanto che in diversi Paesi d'Europa e d’America sono stati costruiti altari in onore del santo simulacro lucchese. Non ci sono notizie certe circa le origini del Volto Santo. La leggenda vuole che il corpo della statua sia stato scolpito da un tronco di cedro del Libano ad opera di Nicodemo, membro del Sinedrio di Gerusalemme ed Apostolo di Gesù, mentre sembra che la testa vi sia stata deposta per intervento divino. La statua, "vera effigie di Cristo", è custodita nella Cattedrale dal 1107. 

Pagina fb: qui.
Sito: Museo Cattedrale di Lucca.